Venti centimetri

Lei sulla seggiola, porta le ginocchia al petto, le abbraccia poggiandovi sopra la guancia.

Lui che le passa una mano sulle spalle, sicuro e dolce. Le parla.
Non c’è il sonoro.
E cerco di scrutarne il racconto sui loro visi. Lui due occhi seri, forse troppo, che la guardano. Ma scherza. Una smorfia e scoppia a ridere.

Lei poggia i piedi a terra, tutti e due assieme: mi piace lo smalto che ha. Sì decisamente mi piace.

Stanno uno di fronte l’altro, entrambi a piedi scalzi, “quanto è alto lui”. Le svetta di buoni venti centimetri, portando lei ad allungare il collo indietro, leggermente inclinato a destra.

E finalmente abbasso il viso, i capelli mi scivolano avanti. Sento una mano scorrere la mia nuca.

cop Lap

Annunci

9 pensieri riguardo “Venti centimetri

  1. Sister ❤ puoi scegliere (a tuo piacere) tre risposte quale commento:

    1) Ciò capito un casso, ma nell'insieme mi piace

    2) Cio capito un caxxo, o forse si

    3) Ciò capito un cazzo, ma del resto te mica volevi farti capire

    Mi piace

  2. bravissima, adoro l’ermetismo, in tutte le sue espressioni

    titolo astuto, appro… battuta da camallo: “le donne hanno problemi a parcheggiare perché da sempre raccontiamo loro che l’accendino BIC sia lungo venti centimetri”

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...